Cambio residenza: attenti al canone rai

cambio_residenza_canone_rai

Il cambio di residenza è un’eventualità che ci porta a dover sbrigare molte pratiche, tra cui la comunicazione ti tale cambio all’ufficio dell’anagrafe, ma non tutti sanno che tra tutte queste vi è anche l’obbligo di comunicare tale variazione alla RAI in modo da permetterle di fare un’aggiornamento dei dati in loro possesso.
Come tutti ben sanno, il canone Rai è un’imposta introdotta dal reggio decreto numero 264 del febbraio del 1931 (articolo 1).
Questa imposta , volenti o meno, la si paga per il possesso di apparecchi che siano in grado di far vedere programmi tv (son compresi TV, computer, radio, ecc) e non per il servizio che la RAI stessa fornisce (come molti pensano) a cadenza annuale.

Quindi, se ci troviamo in questa situazione come possiamo continuare a pagare il canone rai nonostante il trasferimento imminente?

Non è niente di difficile, vi posso assicurare, cercherò di spiegarvi, nel modo più semplice possibile, come comunicare il vostro trasferimento alla società RAI in modo da darvi qualche informazione utile e cosi da non incorrere in problemi o sanzioni, legate al mancato pagamento della suddetta imposta.

Ti sarà di aiuto anche questo articolo del sito Abbonamenti RAI: Cambio Indirizzo

Per sbrigare questa pratica e comunicare alla RAI questo “avvenimento” vi sono diversi modi :

  • il primo è spedire una raccomandata al seguente indirizzo: Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio territoriale di Torino 1 Sportello S.A.T. Casella postale 22 – 10121 Torino.
    Tale comunicazione dovrà essere fatta entro 20 giorni dal trasferimento o cambio di residenza e bisognerà indicare il numero del Canone tv.
  • Alternativamente si potrà comunicare il nostro trasferimento telefonicamente , utilizzando il numero 199.123.000.
  • Per concludere l’ultimo modo che rimane per svolgere questa mansione è collegarsi al sito della RAI, al suo interno troverete la sezione cambio indirizzo, entrando nella suddetta sezione avrete la possibilità di compilare un il form apposito con tutti i i vostri dati personali ossia nome, cognome, codice fiscale e una email, dovrete indicare il vostro vecchio indirizzo di residenza e il nuovo indirizzo, andranno indicati anche se i due dovessero essere uguali.
    Una volta fatto ciò date conferma e riceverete la conferma dell’avvenuta variazione tramite email.

In caso si dovesse aspettare per il cambio di residenza e si debba pagare l’imposta potrete sempre pagarla utilizzando la vecchia intestazione, mantenendo invariato il numero del Canone.

Per concludere potremo dire che non è poi cosi difficoltoso comunicare il vostro cambio di residenza alla RAI, risolvendo una delle tante pratiche che siete obbligati a fare.
Vi assicuro che è importante che non evitiate di saltare questo semplice passaggio in quanto, cosi facendo, sarete sicuri di rimanere in regola con gli obblighi che ogni cittadino è in dovere di rispettare.
Seguendo queste istruzioni, sarete in grado di ovviare alla problematica del pagamento del canone RAI in seguito al cambio di residenza in qualsiasi momento.
Ricordate che è di fondamentale importanza rammentarsi di pagare questa particolare imposta in quanto, il servizio che la RAI offre, ha dei costi che vanno sostenuti obbligatoriamente ed è un nostro dovere contribuire alle spese per poter continuare a utilizzarlo al meglio, quindi si evince che questa imposta sia importante sia per noi che per la RAI stessa.
In caso doveste avere dubbi o semplicemente volete avere più informazioni vi rimando al sito internet della RAI; in esso son approffondite, in maniera chiara ed esaustiva, tutte le tematiche riguardante il canone RAI tra cui i metodi di pagamento, l’aggiornamento del vostro indirizzo di residenza, le esenzioni e informazioni generali.

Post Author: Staff

Canonerai.com nasce per dare informazioni a tutti i cittadini italiani, sulle novità, norme, esenzioni sul CANONE della RAI (Radiotelevisione Italiana S.p.A.) che il governo italiano ha reso illegittimamente OBBLIGATORIO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *